Giocattoli educativi Natureich per grandi e piccini - Parte 1: Contrastare la demenza senile con i giocattoli di legno

Cos'è la demenza e chi ne è affetto?

Natureich Memory aus Holz

La demenza è una compromissione delle prestazioni cerebrali come la memoria o altre capacità di pensiero che persiste per un periodo di tempo più lungo o peggiora progressivamente. Particolarmente colpiti sono gli anziani di età superiore ai 65 anni. Le cause e la forma esatta della demenza possono essere molto diverse. Tutte le forme di demenza hanno in comune il fatto che le prestazioni mentali si riducono o si perdono completamente nel tempo. Il termine demenza è usato per descrivere il verificarsi di determinati sintomi, sebbene la demenza possa essere molto diversa in termini di cause e di decorso esatto.

I primi sintomi della demenza sono spesso problemi di memoria a breve termine. All'inizio, le persone diventano distratte e smemorate, in seguito anche la memoria a lungo termine ne risente. In una fase successiva, le persone con demenza perdono sempre più il loro orientamento e talvolta non riconoscono più i loro parenti. I malati perdono le competenze che hanno acquisito nel corso della loro vita. A poco a poco, le capacità cognitive si perdono e la personalità delle persone colpite cambia in modo irreversibile. I sintomi possono variare nel tempo. Per molti malati i sintomi sono più forti la sera che la mattina e spesso ci sono giorni migliori e giorni peggiori.

Non ci sono cifre precise che mostrano quante persone in Germania hanno effettivamente la demenza. Tuttavia, ci sono stime dell'incidenza della demenza da studi europei. Questi mostrano che circa il 2% delle persone in Germania sono state colpite da demenza nel 2016. L'incidenza della malattia aumenta con l'età. Mentre solo circa lo 0,1 per cento delle persone di età compresa tra 45 e 64 anni sono colpiti, è circa il 3,5 per cento nella fascia di età da 70 a 74 anni, circa il 15,6 per cento nella fascia di età da 80 a 84 anni e nel del gruppo di età delle persone oltre i 90 anni circa il 41,0 per cento. Poiché le donne in media invecchiano rispetto agli uomini, significativamente più donne sono colpite da questa cosiddetta demenza senile. Inoltre, le donne nella maggior parte dei gruppi di età hanno una probabilità leggermente maggiore di soffrire di demenza rispetto agli uomini.

Quali tipi di demenza esistono e con che frequenza si verificano?

Nel caso della demenza si distingue tra demenza primaria e secondaria. La demenza primaria deriva dalla perdita di cellule nervose nel cervello e costituisce circa il 90% di tutte le malattie da demenza. Le forme più comuni di questo tipo di demenza sono il morbo di Alzheimer, la demenza vascolare (o vascolare), la demenza da corpi di Lewy e la demenza frontotemporale. Secondo lo stato attuale delle conoscenze, le demenze primarie non possono essere curate, ma il decorso della malattia e il relativo peggioramento dei sintomi possono essere ritardati.

Con una quota di circa il 60-65%, la demenza di Alzheimer è la forma di demenza primaria (e quindi irreversibile) più comune, seguita dalla demenza vascolare con circa il 20-30%. Una combinazione di queste due forme di demenza è presente in circa il 15% di quelli con demenza primaria, mentre altre forme di demenza si trovano solo in circa il 5-15% di quelli con demenza primaria.

Le demenze secondarie costituiscono circa il 10% di tutte le demenze. Si parla di demenza secondaria quando i sintomi della demenza sono causati non dalla perdita di cellule nervose ma da altre malattie sottostanti. I fattori scatenanti di questa forma di demenza possono includere depressione, mancanza di vitamina 12, alcuni farmaci o infezioni e infiammazioni. Di conseguenza, la demenza secondaria può essere trattata e invertita se la malattia di base viene curata.

Come si può prevenire e, se necessario, curare la demenza?

Alcuni anni fa, uno studio ha identificato 12 fattori di rischio che possono portare alla demenza. Questi sono rigidità, farmaci, bloccanti dell'acido, carenze vitaminiche, stress, instabilità emotiva, solitudine, diabete e ipertensione, fumo, inquinamento atmosferico, peso e depressione. Uno stile di vita sano, se possibile senza sigarette e alcol, con una dieta sana, peso normale e attività fisica mantiene la salute fisica e mentale e può ridurre la probabilità di sviluppare demenza fino al 60%.

Per il trattamento della demenza, occorre prima esaminare se si tratta di demenza primaria o secondaria. Nella demenza secondaria, il trattamento della malattia di base può portare a una cura per la demenza. Nella demenza primaria, le cellule cerebrali vengono perse per vari motivi (depositi proteici, disturbi circolatori), che riducono le prestazioni cerebrali e anche le dimensioni del cervello. Finora non ci sono opzioni di trattamento in cui questo processo possa essere interrotto o invertito da una determinata sostanza. Ma ci sono vari modi in cui il decorso della malattia può essere rallentato. Esistono anche strategie che possono aumentare il benessere delle persone con demenza e dei loro parenti, in modo che soffrano meno di demenza.

Strategie per affrontare la demenza

Bücher Lesen

Quando le persone soffrono di essere sole e di sentirsi sole, può aumentare il rischio di sviluppare la demenza. Le relazioni sociali e le attività congiunte possono essere utili per queste persone. Attività congiunte come suonare, fare musica o ballare aiutano a soddisfare il bisogno di contatto sociale e ad affrontare vari sensi come la vista, l'udito, il tatto e l'equilibrio, che allenano il cervello e possono anche prevenire la demenza.

Quando un cervello riceve pochi stimoli sensoriali, ad esempio a causa della perdita dell'udito o della solitudine, le cellule nervose si atrofizzano. Quando il cervello è sfidato da varie attività, viene stimolato a mantenere le cellule nervose ea formare nuove connessioni. Come un muscolo, il cervello può essere allenato dagli stimoli. È particolarmente efficace per imparare cose nuove e rompere la routine quotidiana. Piccole sfide nella vita quotidiana creano nuove connessioni tra le sinapsi e il decorso della demenza può essere rallentato.

Sono utili attività fisiche come la danza o semplicemente stimoli fisici attraverso il contatto, ad esempio attraverso i massaggi. La maggior parte dei pazienti affetti da demenza trova piacevoli alcune strutture superficiali, tra cui legno liscio e tessuti morbidi. Gli stimoli sensoriali possono calmare il malato, soprattutto se sono stimoli piacevoli e familiari. Questi possono essere buoni odori o musica. L'allenamento della prestazione mentale, delle capacità cognitive, può contrastare la perdita della prestazione mentale. Altre attività che possono aiutare a prevenire o posticipare la demenza includono la lettura, la risoluzione di enigmi, il lavoro a maglia e la modellazione.

Se la possibilità di comunicare attraverso il linguaggio è fortemente limitata a causa della demenza progressiva, la comunicazione attraverso altri sensi diventa tanto più importante. Altre forme di accesso al malato si possono trovare attraverso il senso del gusto, dell'olfatto, del tatto, dell'udito e del movimento. Esistono forme specifiche di terapia che, anche in fase avanzata, mirano a formare e mantenere le capacità dei malati di demenza ancora disponibili. Ciò include esercizi sensoriali, percettivi e di movimento, nonché musica e arteterapia.

Nel nostro negozio online, noi di Natureich offriamo giocattoli in legno che possono essere utilizzati per prevenire lo sviluppo della demenza o per contrastare il deterioramento della demenza esistente. Nel nostro negozio online troverai vari giochi di apprendimento e abilità, giochi da tavolo o strumenti musicali in legno, come il Maracas sonaglio o quello Natureich Memory.

Natureich Memory aus Holz für Kinder mit Farben


lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima della pubblicazione